ugg aus per lo sviluppo

ugg sparkles per lo sviluppo

FORLI’ Morta una Sapro se ne pu fare un’altra, magari pi sana, ma anche pi moderna.

“In questo momento capisco sia le ragioni di chi teme gli effetti di questo fallimento, sia quelle di chi lo auspicava perch ci sia un passo ulteriore in avanti”, spiega l’economista, che precisa di non voler entrare in merito di una vicenda che dalle pagine dell’economia inevitabilmente presto si trasferir in quelle della cronaca giudiziaria. Cosa accadr ora? Ci sar quel disastro economico che in molti esperti del settore paventano? “In generale una perdita secca di capitale e risorse, che non avvantaggia nessuno in un momento di crisi”.

Continua Ciapetti: “Il fallimento impatter sui soci, gli enti pubblici, attualmente gi indeboliti. Sulle banche, invece, l’effetto sar diverso per chi negli ultimi anni si aperto al capitale esterno. L’effetto sull’economia locale, in generale, potrebbe essere pesante soprattutto perch in coincidenza con una congiuntura dove non c’ crescita economica”. Previsioni pi circostanziate, al momento, potrebbero essere un azzardo.

Ma il direttore di Antares guarda lontano e si domanda: di cosa ha bisogno il territorio per il futuro? “Sapro poteva essere un soggetto moderno quando stata fondata, ma non ha saputo cogliere la grande trasformazione degli ultimi dieci anni. Non si adattata alle velocit del cambiamento”. E si domanda Ciapetti “Sapro poteva essere un’agenzia per lo sviluppo? Se cos era, l’urbanizzazione delle aree industriali solo una delle necessit ma non certo quella che esaurisce l’intera mission, dove per esempio ci doveva essere il rapporto tra impresa e universit l’aprirsi a progetti europei. Sapro non ha avuto nel suo Dna l’apertura all’esterno”.

E secondo l’economista questo che serve oggi: un’agenzia che si prenda in carico lo sviluppo del territorio a tutto tondo. E’ quello che, secondo l’analista, dovrebbe sorgere sulle ceneri di Sapro. “Il salto pi grosso trovare le competenze ad esempio per la progettazione europea, per la capacit di attirare investimenti continua Ciapetti , quello che intendo dire che dobbiamo disancorarci dal terreno”. Per questi obiettivi ci sono risorse umane adeguate? “Siamo messi piuttosto male”, rileva il direttore di Antares, che per cita le esperienze positive di “Cise, Centuria, Rinnova”.

Che siamo queste le basi di una tale agenzia? E che dimensioni dovrebbe avere? “Anche in questo caso bisogna ragionare: deve rimanere limitata alla provincia di Forl oppure ampliarsi ad un territorio pi ampio, come per esempio la Romagna?”, la domanda che lascia aperta l’economista.

R: Forl Sapro. L Ciapetti: “Si faccia un per lo sviluppo”

La proposta fatta da Ciapetti una proposta interessante che per chi capisce qualcosa di sviluppo locale ha fondamenti ben precisi. Lo sviluppo locale va sostenuto e coordinato. Non si tratta di investire nuove risorse, non si deve sperpreare nulla ma di far funzionare meglio quello che c con un buon spirito visionario e con tanta buona volont Ma leggendo qualche “commentucolo” sotto, credo che sia sempre pi facile e comodo sparare sentenze.

R: Forl Sapro. L Ciapetti: “Si faccia un per lo sviluppo”

Quando ho letto questa proposta non credevo ai miei occhi. Ma allora non la finiranno mai? La politica ha gi gli strumenti per coordinare lo sviluppo del territorio, e sono strumenti prettamente politici che, se usati senza clientelismi e favoritismi, sono e possono essere il volano di uno sviluppo armonico del territorio. Non c bisogno che questi quattro politicanti rimettano le loro manacce sui soldi. Questo signor Ciapetti conosce gli strumenti urbanistici attualmente vigenti? Ha mai letto il piano di coordinamento provinciale ? Il POC il RUE e compagnia bella? Prima di dire che la nostra classe politica anela allo sviluppo del territorio, ci dica come ci pu avvenire se a monte ci sono norme che ingessano ogni iniziativa. Se si anela allo sviluppo del territorio ci si deve dotare di strumenti semplici e snelli, non si devono mettere in atto forche caudine che scoraggiano e puniscono chi ha iniziative e per realizzarle non ritiene di dover sottostare ai potentati politici. SAPRO,
ugg aus per lo sviluppo
l gi detto e lo ripeto, pu essere una grande occasione, ma solo per renderci conto che la politica non pu fare imprenditoria, e tantomeno con i soldi pubblici, pu essere il punto di partenza, non per creare altre SAPRO, ma per rivedere tutte le consociate ancora in essere, che sopravvivono nel sottobosco della nostra politica e dei nostri Enti pubblici, con mille finalit e uno scopo solo, dare una sedia ad un dirigente e quattro segretarie. Signor Ciapetti, i cittadini sono ESASPERATI, perch da una parte assistono a questo scempio di denaro pubblico, e dall subiscono la mentalit Feudataria di questi amministratori che troppo spesso dimostrano di sentirsi i padroni del territorio.

R: Forl Sapro. capire chi evitare e con chi invece avremo un perfetta.” Che faccio, giro in CC ad ANTARES o al curatore fallimentare ? schietto! Guarda che non ci resta, davvero, che prenderla con ironia. La classe dirigente che ha espresso sapro ancora l se ne fai un ne fai un uguale. Ne riparliamo fra 10 anni quando Di Maio, se sar politicamente consolidato, avr un partito che gli somiglia di pi (auguri, davvero !). Chiaro che gli enti locali debbano (anche) pianificare lo sviluppo del territorio ma un conto fare l un conto fare il giocatore. Io penso che il comune sia arbitro, forse lo studioso pensa che debba pure essere giocatore, tutto qui. Le linee generali espresse dall solo “dobbiamo fare cose giuste, evitare di fare cose sbagliate”. Sono d ma mi sembra Rutelli . o l di hARdCORE, scegli tu.

R: Forl Sapro. L Ciapetti: “Si faccia un per lo sviluppo”

Apprezzo che si faccia una proposta, non so valutarla nel dettaglio, ma avverto che la strada giusta nelle sue linee generali: lo sviluppo va guidato e sorretto. E pia illusione credere che tutto ci non serva. I territori pi avanzati hanno soggetti in grado di incentivare la crescita Se Sapro ha avuto una classe dirigente mediocre che l portata al fallimento anche perch probabilmente nata da un background sociale fatto di scarse competenze (come ammettiamolo quello di Forl fatto di gente che ritiene di risolverla tutta parlando il dialetto oppure buttandola sulla derisione dopo 10 secondi. Tutto simpatico, tutto di pancia. Io preferisco ragionare sulle cose. E come al solito dal ragionamento ne beneficieranno tutti, anche quelli che “so tutto io”

R: Forl Sapro. L Ciapetti: “Si faccia un per lo sviluppo”

Uei, a leggere della roba cos poi ci credo ch ti viene da piangere. Dice “Sapro poteva essere un soggetto moderno . ma non ha saputo cogliere la grande trasformazione degli ultimi dieci anni. Non si adattata alle velocit del cambiamento”. “Il salto pi grosso trovare le competenze ad esempio per la progettazione europea”. No, puren, un n un adscors ad cumpetenzi d L un scors ad baiocc, i mi, i tu, quei ad chi lez paroli: quei chi ia strasin e quiei che adess un gne pi T capi ? Ades ciapa so l e tot s pugi e torna a ca a stugi va l ch fett men dan. [Mi scuso profondamente e umilmente con i cultori romagnolisti per l quantomeno malferma del dialetto,
ugg aus per lo sviluppo
che so parlare ma non so scrivere. Era solo un tentativo un po rabberciato per rimarcare ed enfatizzare il mio disappunto. Perch quando ho letto le righe ove suggeriva la costruzione di un sapro . la mano mi corsa al revolver .]