Come pulire la tappezzeria in camoscio

Il metodo migliore per proteggere efficacemente la tappezzeria in camoscio quello di stabilire una barriera contro le potenziali minacce e, per la massima protezione, dovrete impiegare un protettore per tessuti scamosciati capace di fornire una protezione dallo sporco e dalle macchie: quest’ultimo deve essere applicato ogni sei mesi, in condizioni normali. La pelle in camoscio suscettibile allo sfregamento e si potrebbe appiattire con l’usura. In questo caso, per conferire nuova vita alla pelle stessa, dovrete spazzolarla tramite una spugna, una spazzola oppure un panno morbido, compiendo un movimento circolare.

Molto spesso, le macchie secche possono essere eliminate mediante un panno in nabuk oppure una spugna, che dovrete strofinare dolcemente nella zona interessata, spazzolando fino alla completa rimozione dello sporco (di routine o incrostato) e delle macchie pi profonde. In alternativa, potrete impiegare un pulitore liquido. Frequentemente, gli oli per il corpo si accumulano sui tessuti in camoscio (specialmente attorno ai poggiatesta): per le macchie leggere un classico panno potr essere sufficiente, mentre per le macchie pi gravi occorrer utilizzare uno sgrassante per pelli, seguito da un pulitore per cuoio.

Nel caso di macchie di grasso, dovrete utilizzare un panno pulito ed asciutto, perch l’acqua potrebbe diffonderle ed estenderle pi in profondit nel materiale. In seguito, dovrete impiegare uno sgrassante di qualit. Dopo aver usato lo sgrassatore, dovrete pulire la zona con un detergente delicato ed applicare il protettore: per alzare il pelo della pelle in camoscio, dovrete usufruire di una spugna oppure di un pennello. Con riferimento alle macchie d’inchiostro, esse potranno essere molto difficili da eliminare dalla pelle scamosciata. In questo caso, sar necessario assorbire subito l’inchiostro con un panno pulito e, se opportuno, usare anche l’acqua tiepida per cercare di pulire il resto. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer