ugg nightfall Il blog di Rudy Zerbi

ugg highkoo Il blog di Rudy Zerbi

Nel solito delirio di Megajay, il cassetto del casino più totale che esista, siamo riusciti a parlare anche di tavolette del water pelose. I più giovani tra voi non sanno certamente di cosa stiamo parlando ma, per capirci, negli anni settanta specialmente, andavano di gran moda degli scaldatavolette del water pelosi, di colori improbabili, che piano piano, grazie al cielo, sono andate scomparendo.

Per un momento ho chiuso gli occhi ed ho cercato nella memoria un po di quegli oggetti che popolavano, ed ancora popolano le case di nonni e zii. dai telefoni a rotellona ai giradischi da salotto. tutte cose che ormai hanno lasciato spazio alla tecnologia o al cambio del gusto.

Comunque queste memorabilia non giravano solamente negli anni ma andavano anche in pieni anni nella vecchia casa dove da piccola vivevo con i miei c un telefono uguale uguale a quello della foto, e nel bagno quello bello per gli ospiti non avevamo un copriwater di pelliccia ma un set di tappeti di pelo, eh, quello sì, di cui uno copriva la zona intorno alla tazza e l posizionato di fronte, tutti poi rigorosamente in tinta con i colori delle piastrelle e dei sanitari, uno aquallido marroncino stinto che all veniva detto ecru.

Sono tra i più giovani ma evidentemente non abbastanza, perché ho visto ( in certi casi purtroppo ) tutti gli oggetti che hai citato! Ricordo benissimo che la mia migliore amica dell aveva un copri tavoletta peloso e rosa!! La cosa più brutta che si possa immaginare! E il ricordo deve avermi scioccata non poco perché io, che sono palesemente senza memoria,me lo ricordi ancora quasi vent dopo! Il telefono a rotelle invece ce l ancora attualmente in uso nella mia casa di santa margherita! Ben due esemplari identici al tuo in fotografia!

Credo che il ricordi di insignificanti oggetti del passato sia essenziale in qualche modo per allacciarsi a tanti altri ricordi collaterali ad essi collegati che altrimenti andrebbero persi, insomma voglio dire che grazie a questa galleria degli orrori ho ricordato meravigliosi momenti di quando ero piccola! Un veloce ma intenso tuffo nel passato!

Buona domenica divanati e non!:)

Mi permetto di contraddirti. Non riesco a ricordare dove esattamente, ma proprio nelle mie ultime vacanze natalizie italiche, mentre cercavo regali con mia cugina, ho visto le sopra citate tavolette pelose: ne ho vista una fiorata, tipo vecchio divano; e una panterata. Che orrore!
ugg nightfall Il blog di Rudy Zerbi
Copri tavoletta e copri coperchio del water abbinate. Ahaha!

Belli i memorabilia anni 80, 70 o anche precedenti. Il telefono che hai messo fino a pochi anni fa c ancora in negozio da mia zia.

Un memorabilia che amavo molto e che è rimasto a casa di mio padre è una vecchia radio a valvole che era di mia nonna. Davvero bella.

E con me, nel portafoglio, ho uno di quei reperti quasi archeologici: un gettone delle cabine telefoniche.

A me, vengono in mente questi reperti vintage:

il Dolce Popcorn: quella specie di macchinetta giocattolo di Giochi Preziosi che tostava i chicchi di mais e sfornava davvero caldi popcorn per noi bambini

la mezzaluna: per sminuzzare e preparare il soffritto per il ragù domenicale. Soppiantata da Bimby e robot da cucina

il Commodore 64: la sua pesante tastiera sulla quale ho imparato a digitare macchina

i VHS dei cartoni Disney: si placava, davanti alla tv, il terremoto che era in me da bambina!

il gelataio ambulante col carrellino: questo è un ricordo di mamma!

il Cristal Ball: (si scrive così?) tentativi vani di formare le bolle. Mai capito il funzionamento!!!

i chewingum a forma di sigaretta con astuccio portasigarette in cartone: bello!

le Goleador verdi e rosse per metà: ci sono ancora!

le zollette di zucchero: da prender con la pinzetta durante il the/caffè. Ora vi sono le bustine da bar.

Anche volendo cercare il lato buono delle cover da water impellicciate degli anni 70/80, probabilmente non lo troveresti mai L aveva mia zia , ed erano un tormento le visite a casa sua . Si perché piuttosto che farla li ,e toccare quella cosa antigienica xche ricettacolo di batteri ,la trattenevo fino al rientro a casa

Ricordo bene tutto degli anni 80 Anche il bicchiere telescopico per bere anche in gita e il test di calore da scaldare tra le mani x vedere il grado d innamoramento o di febbre che in alcuni casi si equiparano . Sorrido ,Per questo ho rimosso ahahahah buona serata Rudy e ai ragazzi della casa , Rosy miracolo sei sopravvissuta . Come la stanno riducendo sta sanità Ciao lucy

In questa bella domenica di sole, il tuo post mi ha aperto una voragine di Ricordi, ma non di quelli tristi e nostalgici bensì quei ricordi del eravamo lieti, quei ricordi che attraverso gli oggetti e il loro uso ti fanno capire come cambia il Tempo

Hai parlato del telefono a rotella lo ricordo benissimo, grigio topo con il disco di plastica perfettamente trasparente, che col tempo diventava giallo, lo ricordo in un area della casa ormai inesistente ovvero il tavolino per il telefono, un mobile che ormai credo non esista più nelle case poiché i cordless hanno reso tutto il vano abitativo libero per le telefonate.

Ricordo la telefono attrezzata da tavolino con sopra il centrino dove s il telefono ed il filo del doppino un po più lungo per fare qualche metro durante le chiamate, ricordo anche sopra il tavolino la rubrica divisa per lettere, rilegata con anelli e rivestita di tappezzeria da far invidia a PulpFiction, la bellezza della rubrica su carta era la vetust delle scritte, ricordo che i numeri più sbiaditi erano i primi che venivano scritti ed erano i più usati.

Mi ricordo l della Mattel una delle prime consolle di giochi veri a colori con cartucce per ogni gioco, dopo Pong dell con joistick a rotella. Mi ricordo che quando mi presero l mi sentivo all e soprattutto gasato poiché era un vero e proprio oggetto di design rivestito di finto legno con joistick che si incastravano perfettamente nella consolle.

Un altro ricordo che ho ed ora in disuso sulle auto ma in voga sulla porta del frigorifero era il magnete con le scritte correre viaggio corredati da foto della moglie, del figlio o della fidanzata ricordo sulla Fiat 128 blu di mio padre con interni rossi in sky e ricordo benissimo che mio padre li aveva entrambi con la mia foto, tant che mio padre non viaggiava mai e andava fortissimo in auto!

Un ultimo oggetto che ricordo e che mi facevano sempre usare poiché mi divertiva,
ugg nightfall Il blog di Rudy Zerbi
era l insalata con cestello, mi ricordo che giravo la manetta e per effetto centrifuga , usciva l spiaccicata ai lati esterni e sotto tutta l ricordo che mi divertiva fare questa cosa (che infanzia orribile)