shoes ugg Colorz Moratti vs Pisapia

ugg donna Colorz Moratti vs Pisapia

Non solo: mentre inzuppa i bambini, fa due amabili chiacchere coi suoi amici dei centri sociali, per esempio circa la fantasiosa legge di bilancio che verrà introdotta appena insediato a Palazzo Marino, la quale, invece di aumentare loro le tasse in modo drastico, come a tutti gli altri, le diminuirà ai milanesi che sposeranno un gay, meglio se drogato, islamico o zingaro. Il motivo di tanta disparità e simpatia per i gay? Pisapia appartiene a una famiglia di principi del foro.

Milano, la Moratti sotto Pisapia. I mass media di regime nulla ci hanno detto della rivolta dei cittadini contro la movida, delle manifestazioni e degli scontri. I residenti vogliono che venga rispettato il loro diritto al riposo notturno, a poter dormire di notte in casa propria. La giunta della Moratti si e’ invece schierata a favore della movida, dei quattro balordi tossici che schiamazzano di notte sotto le camere dei cittadini, dei quattro gatti di esercenti i quali sulla movida e sull’insonnia dei cittadini ci mangiano sopra, e contro la stragrande maggioranza dei residenti. I cittadini residenti, lavoratori ed elettori, gliel’hanno fatta pagare. Giustamente.

Il PDL in calo. Se ti proclami liberista e difensore delle partite IVA e dei ceti produttivi, devi ridurre drasticamente tasse e spesa pubblica, devi favorire la mobilita’ sociale, piu’ che riformare devi attuare una massiccia deregulation (non cambiare le leggi, eliminale!) lasciando il massimo spazio al libero mercato, composto da tutti noi, e riducendo al minimo lo stato strumento delle famiglie padrone. Non vai a rompere l’anima ai liberi professionisti, che ti hanno votato, con demenziali innovazioni tipo la riforma ammazza avvocati di Alfano. Difendi i piccoli e i medi, autonomi e imprenditori, dallo stato e dalle multinazionali, dalle famiglie padrone degli stati e delle multinazionali, e dai loro lacchè di sinistra e della destra statalista. Specie quando hai come avversario una sinistra che inneggia al modello tedesco, un mix di tasse strangolanti la mobilita’ sociale (tassazione dei risparmi al 26%), di falsa ripresa keynesiana guidata dai consumi (vuol dire che si inducono le famiglie dei lavoratori a proletarizzarsi sperperando i risparmi per comprare i prodotti inutili o dannosi offerti dalle multinazionali), di redistribuzione della ricchezza (creata dai ceti produttivi, rubata ai ceti produttivi tramite stato, fisco, enti previdenziali e inflazione, e finita, tramite la spesa pubblica, nelle tasche delle famiglie padrone e dei loro lacchè del politburò). Se questo tedesco e’ il modello di ripresa di un PIL, misura falsa e ingannevole a uso e consumo dei gonzi keynesianizzati, bè, allora lasciatemi in recessione ancora un pò E gli elettori appartenenti ai ceti produttivi l’hanno fatta pagare al PDL che non ha mantenuto le promesse di un vero liberismo. Giustamente.

Ma attenti. La sinistra e la destra statalista, serve delle famiglie padrone, sono ancora peggio. Vogliono dire tasse, spesa pubblica, contributi previdenziali, inflazione, debito pubblico, obblighi e vessazioni burocratiche, blocco della mobilita’ sociale, clientelismo, proletarizzazione dei ceti produttivi, delle famiglie, dei lavoratori, del popolo. E invece sono proprio le famiglie dei lavoratori che occorre rinforzare patrimonialmente e culturalmente, contro lo stato strumento delle famiglie padrone.

Per questo, turandosi il naso, per il momento, occorre ancora votare centrodestra. E nei prossimi mesi, invece di perdere tempo a guardare le partite di calcio o le offerte dei centri commerciali, entrare nei partiti e mettersi a lottare, in primis contro i dirigenti dei partiti stessi, perche’ democrazia vuol dire comando diretto del popolo, e non dei lacche’ dei padroni messi lì, sopra qualche poltrona di piccolo potere partitico, per eseguire gli ordini delle famiglie padrone.

Se non ci occuperemo di politica, la politica si occupera’ di noi.

Jules César peut tre le nom le plus familier pour les étudiants d “César a toujours été audacieux et ambitieux de ses conditions sociales et financières sont telles qu devait tre (Plutarque 243). Ce film n pas à propos de son assassinat, mais qui jouera un petit rle dans la séquence globale du procès. Soldat. Statesman. Ambitieux. déterminée. Et plus jeune. Hollister décrit César comme un homme de beaucoup de talents un superbe général (et) un politicien astucieux” (Hollister 182). Nous avons Johnny Depp prt à signer.

Throughout the grand scheme of things you secure an A for effort and hard work. Where you lost me personally ended up being on the specifics. As as the maxim goes, the devil is in the details And it could not be more correct right here. Having said that, permit me inform you what did do the job. Your text is pretty engaging and that is possibly the reason why I am making the effort in order to comment. I do not make it a regular habit of doing that. Second, although I can certainly notice the jumps in reason you make, I am not really confident of how you appear to unite your ideas that help to make the actual final result. For the moment I will yield to your position but trust in the future you link your dots better.
shoes ugg Colorz Moratti vs Pisapia