Briga e il sogno Festival di Sanremo

Briga e il sogno Festival di Sanremo

“Non è facile scrollarsi di dosso l’etichetta del talent ma ci tengo che con questo album si cominci a trattare della mia musica e non solo del mio carattere o del mio modo atipico di aver partecipato ad un programma televisivo. Forse, senza la pubblicità di Canale 5, può anche essere che non arriverò a raggiungere il platino, ma quello che voglio è che la gente capisca cosa c’è nella mia musica senza affidarsi all’idea che si è fatta di me solo per quello che si è visto in televisione”: Briga parla così del nuovo album Talento e del post Amici.

E aggiunge: “Amici mi ha dato l’opportunità di essere qui, di girare l’Italia con la mia musica e di essere notato da altri artisti italiani come Antonello Venditti. Ammetto che la scelta è stata azzardata: ho bloccato l’uscita di Never Again tre giorni prima della data prevista e la notizia non è stata accolta bene dall’ambiente rap romano. Ho fatto quello che mi sentivo di fare, ed è giusto così”.

Tra i ringraziamenti c’è anche Emma Marrone: “Si, l’ho ringraziata perché è una persona a cui sono molto legato. Le ho inviato i provini di alcune tracce e lei mi ha dato molti consigli, per me è una figura importante a livello musicale”.

Sul duetto con Lorenzo Fragola dice: “Eravamo a Roma per incidere il brano ma mi sono dovuto assentare per otto ore, c’era il Coca Cola Summer Festival. Sono tornato in studio e Lorenzo, con il mio fonico e chitarrista, avevano stravolto il brano. Era bellissimo”.

Su quello con Alessio Bernabei: “Mi ha raggiunto a Roma, in studio, per registrare Abbi cura di te, nata su una barca a Ponza”.

Prossimi desideri: “Vorrei fare un disco rock, conoscere i miei miti musicali e collaborare con artisti stranieri come Thom Yorke. In Italia, invece, mi piacerebbe duettare con Samuel dei Subsonica e cantare con Cesare Cremonini”.

E infine: “Parteciperei al Festival di Sanremo per togliermi un sassolino dalla scarpa: non che sia un punto di arrivo, ma è un’esperienza importante. Vorrei portare su quel palco la mia musica e fare una bella figura, far capire di essere più maturo e completo: è l’ambizione più grande”.