ugg slipper sale A Gorizia l festeggia 150 anni e guarda al futuro

TRIESTE Passato e futuro, tradizione e modernità. Volti con qualche ruga in più, e la commozione legata al ricordo, sorrisi freschi di gioventù proiettati al domani. E ancora le pareti, austere e un po’ segnate, della Sala Maggiore, e le luci a led incendiate dal ritmo della musica. E, soprattutto, persone, passione ed emozione, che sono stati poi gli ingredienti degli ultimi 150 anni e, probabilmente, di tutti quelli che verranno. C’è stato tutto questo, e di più, ieri sera nella storica palestra dell’Unione Ginnastica Goriziana, per il “Golden Gala 150 anni di sport” realizzato per celebrare il 150 anniversario di fondazione della società (in collaborazione con Eventiva e iMagazine, con il patrocinio del Comune di Gorizia e il contributo di Fondazione Carigo, Despar, Cassa Rurale Fvg e Reale Mutua assicurazioni).

Centinaia i goriziani che non hanno voluto perdere l’occasione (e, tra loro, in mezzo al pubblico, decine di glorie dello sport cittadino), e che si sono lasciati trasportare dalle parole del presentatore Stefano Ceiner e soprattutto dallo spettacolo di luci, suoni, colori e presenze che ha animato la serata. In una continua altalena tra quel che è stato e quel che sarà. Nuovo, nuovissimo e giovane è senz’altro l’inno scritto dai rapper Imperfetto e Scrime, che si sono esibiti dal vivo prima che partisse uno show emozionante fatto di ombre cinesi e led luminosi, di schiacciate a canestro e di coreografie, per raccontare in modo suggestivo l’attività di tutte le sezioni dell’Unione Ginnastica Goriziana, dalle arti marziali all’atletica leggera, dalla scherma alla pallacanestro,
ugg australia official site A Gorizia l festeggia 150 anni e guarda al futuro
dal pattinaggio alla danza, fino alla ginnastica ritmica. Applausi convinti.

Che si fanno sorrisi nell’ammirare la simpatica intervista doppia tra due fuoriclasse dello sport locale come Michele Godino (snowboarder fresco di ritorno dalle Olimpiadi invernali in Corea) e Benito Zollia (gloria del basket isontino). Ancora una volta, ieri e domani, assieme. Dobbiamo dire grazie ai fondatori che 150 anni fa hanno costituito questa società, che ha fatto la storia della città ha detto, commosso, il presidente Mario Corubolo . Il mio pensiero va a tutti coloro che hanno fatto parte, a vario titolo, dell’Unione Ginnastica Goriziana, ma soprattutto ai goriziani tutti, dai quali abbiamo preso lo spirito e il motto, che resterà sempre “Volere è potere”. Ma si sono alternati in tanti sul palco allestito in mezzo alla Sala Maggiore, intervistati dai piccoli atleti vestiti con la felpa dell’Ugg. Il vicesindaco, e assessore allo Sport, Stefano Ceretta o il sindaco Rodolfo Ziberna, coinvolto in un selfie estemporaneo. Ancora, l’ex cestista, e già presidente dell’Ugg, Moreno Sfiligoi (Qui, sia come uomo che come atleta e dirigente ho imparato moltissimo, ha detto), ma anche l’ex triplista azzurra Barbara Lah, e il presidente del Coni regionale Giorgio Brandolin. Tutti, poi, si sono stretti per una fotografia collettiva finale, destinata inevitabilmente a finire tra i ricordi più preziosi dell’album dell’Ugg. O, magari, a far bella mostra di sé sulle pareti di via Rismondo, dove, tra cent’anni, potranno vederla i goriziani di domani.
ugg australia official site A Gorizia l festeggia 150 anni e guarda al futuro

cheap ugg boots a Venezia l’ex palazzo delle Poste diventa polo del lusso

VENEZIA. Il Fontego dei Tedeschi è tornato: dopo otto anni di chiusura e tre di cantiere, l’ex palazzo delle Poste riapre come polo del lusso e con un nuovo nome, T Fondaco: T come “travelers”, viaggiatori, la catena di centri commerciali di super lusso firmata in tutto il mondo dalla Dfs Duty Free , alla quale Edizioni Holding della famiglia Benetton che nel 2008 ha acquistato il palazzo dal Demanio, in quella che è stata l’operazione immobiliare e il restauro che più ha fatto discutere e diviso ha ceduto la gestione del nuovo polmone commerciale della città: 65 boutiques di griffe che si snodano lungo i portici dei tre piani che si aprono sul cortile dell’edificio, che ha mantenuto la sua struttura cinquecentesca, animata però da scale mobili rosso fuoco per salire e scale scintillanti di bagliori d’oro per scendere, con una terrazza tutta nuova con una vista mozzafiato dal tetto più alto della città.

Numeri. 54 i milioni di euro pagati nel 2012 dalla famiglia Benetton attraverso la loro Edizioni Holding al Demanio, in una vendita che scosse la città; 6 i milioni quelli dati al Comune di Venezia in cambio della cancellazione dei vincoli all’uso pubblico dell’edifizio; almeno 40 i milioni spesi per il risanamento e restauro firmato dallo studio Oma dell’archistar Rem Koolhass, una cifra a parecchi zeri spesa da Dfs per l’allestimento firmato Jamie Fobert e la trasformazione del Fontego dei Tedeschi in “T Fondaco”, dove sono stati assunti 450 dipendenti, per lo più giovani e per il 70 per cento donne. Tutti parlano inglese, molti anche cinese, coreano, giapponese. “Contiamo di andare a regime in un paio d’anni con un fatturato annuo di 100 milioni di euro e circa 2 milioni di visitatori”, commenta il vicedirettore Dfs, Roberto Meneghesso.

Da Fontego dei tedeschi a polo del lusso: la trasformazione VENEZIA. Da Fontego dei Tedeschi, punto di riferimento (obbligatorio) ai tempi della Serenissima per i commercianti in arrivo da Norimberga, a ufficio Postale della città (dal fascismo agi primi anni Duemila) a polo del lusso firmato Dfs. Questo video ripercorre la storia da Fontego a “T fondaco”

I negozi. Piano terra la caffetteria firmata Alajmo, area souvenir tra prodotti di grandi marchi del cibo e prodotti di artigiani veneziani. Primo piano dedicato alla donna e gli accessori. Secondo, all’uomo. Terzo piano per le firme della calzatura. Il quarto piano non c’era quando il Fontego era il cuore delle Poste Venete: al di sotto del vecchio lucernaio , il “velero”, un nuovo soffitto in “trama” di vetro che custodisce una sala conferenze e mostre “sospesa” sul cortile e dalla quale accedere alla strepitosa terrazza sui tetti. Un piano vetro,
ugg nordstrom a Venezia l'ex palazzo delle Poste diventa polo del lusso
acciaio e 22 mila bulloni molto suggestivo che prue ha tolto luce al cortile che ospita l’installazione visiva “Under Water” di Fabrizio Plessi.

La vista su venezia dai tetti del Fontego dei tedeschi VENEZIA. La spettacolare vista dal tetto di “T Fondaco” il nome del nuovo centro commerciale del lusso firmato Dfs realizzato negli spazi cinquecenteschi del Fontego dei tedeschi, dopo l’intervento firmato dall’archistar Rem Koolhaas per conto del gruppo Benetto, che ha acquistato l’ex sede delle Poste di Venezia dal Demanio, per 54 milioni di euro nel 2008. (video Roberta De Rossi)

Apertura al pubblico. Dopo la vernice di mecoledì, la festa per mille invitati di giovedì, la pre inaugurazione di venerdì, “T fondaco” aprirà a tutti, 7 giorni su 7, dal 1 ottobre. La convenzione firmata con il Comune di Venezia, allora guidato dal sindaco Orsoni, prevede il libero accesso a chiunque dal cortile fino alla terrazza panoramica. Libero accesso anche ai servizi igienici al piano terra (nei 200 metri quadrati riservati all’amministrazione). La Dfs spiega il vicedirettore di Dfs Italia Roberto Meneghesso “ha concordato con l’amministrazione comunale un calendario di spettacoli, mostre, eventi che saranno aperti a tutti, liberamente”.

La storia, il restauro. Partiamo dal tetto, la terrazza vista mondo, forse l’intervento più “corretto” dal confronto tra l’architetto olandese e la soprintendenza di Venezia, che ha ridimensionato il grande terrazzo a ridosso dei merli con ristorante e bar previsto nel progetto iniziale, trasformandolo in una leggera passerella con vista a 360 gradi sul Canal Grande, Venezia, la laguna, le Dolomiti. La struttura del Fondaco è rimasta quella del Fontego così come tutti l’hanno sempre visto, dal 500 ad oggi, ricostruito dopo l’incendio che aveva devastato il duecentesco palazzo magazzino della comunità dei commercianti tedeschi. Le grandi scale mobili rosse che Koolhass aveva immaginato come passerelle sospese tra un piano e l’altro ad attraversare il cortile, manno mantenuto il loro colore acceso, chiuso in un telaio di morbido legno, ma sono state “nascoste”,
ugg nordstrom a Venezia l'ex palazzo delle Poste diventa polo del lusso
incrociandosi con le scale che l’ottone rende d’oro.

official ugg retailers Abbigliamento da neve

Se avete in programma qualche giorno sulla neve, giunto il momento di curiosare tra le proposte vantaggiose di capi e accessori da montagna. Attenzione per non lasciatevi travolgere dalla foga del prezzo interessante o, in questo caso, del clic veloce. importante, infatti, selezionare accuratamente cosa indossare sulle piste da sci senza dimenticare il giusto modo di abbinare colori e materiali. Partiamo dalla parte superiore del corpo. La giacca va scelta abbastanza stretta e con cintura in vita: permette un movimento pi libero del bacino e, imbottita sulla schiena, protegge da possibili cadute. La felpa, in micropile o lana, a collo alto, da scegliere regolabile con zip e rigorosamente traspirante.

Il pantalone,
ugg dakota kids Abbigliamento da neve
invece, aderente alla gamba, in tinta unita o fantasia. Infine, gli accessori: vi consigliamo di puntare sugli zainetti, necessari per portare pi cose con s e molto pi comodi di una classica borsa. Il casco da sci o snowboard, obbligatorio sulle piste sotto i 14 anni, coloratissimo, super leggero ed ergonomico: ovviamente, lo raccomandiamo a tutti perch resta uno strumento eccezionale per proteggere il capo. Per quanto riguarda gli stivali da neve, oltre ai famosi Moon Boot, arriva il nuovo modello Moschino con applicazioni gioiello e gli immancabili Ugg,
ugg dakota kids Abbigliamento da neve
proposti con tacco e pelo interno.

ugg 5803 accordo per esodi volontari

Olbia La vertenza Meridiana distende i toni e cambia passo: da domani i dipendenti potranno comunicare la loro opposizione al licenziamento preludio all dalla societ o al pre pensionamento, un passaggio reso possibile grazie alla firma romana dell tra la compagnia aerea dell Khan e i sindacati sugli esodi volontari.

Una intesa raggiunta oggi, dopo giorni di trattative, grazie alla e la voglia di scommettere ancora sul futuro ha detto il sottosegretario del Lavoro, Teresa Bellanova, alla fine del tavolo ministeriale che chiude solo la prima parte della vertenza che proseguir probabilmente dal 9 gennaio al Mise, e che interessa 1.634 dipendenti.

Un accordo raggiunto grazie senso di responsabilit dei Sindacati e della compagnia aerea che nei prossimi giorni una nuova procedura in relazione al residuo personale in esubero, coerentemente con gli accordi stipulati dal 2011 ha precisato Meridiana.

Per il segretario nazionale della Filt Cgil, Nino Cortorillo, si tratta di un accordo consente ai volontari di uscire entro il 31 dicembre, ma i problemi di Meridiana rimangono tutti inalterati e irrisolti Cortorillo confida quindi in una nuova trattativa che ripartir al Mise.

Anche per il segretario nazionale della Uiltrasporti, Marco Veneziani, si tratta di prima tappa auspicando, da gennaio, in maggiore disponibilit da parte di Meridiana Emiliano Fiorentino, coordinatore nazionale della Fit Cisl per il trasporto aereo, chiede invece alla compagnia che il prossimo mese si presenti al tavolo con piano industriale solido e di effettivo rilancio, non come quello presentato fino ad oggi, da cui far partire il confronto

Soddisfazione sull stata espressa anche dal governatore della Sardegna, Francesco Pigliaru: di oggi non risolve la crisi aziendale n il problema degli esuberi, ma consente a coloro che lo desiderano di poter volontariamente uscire dall usufruendo della massima estensione degli ammortizzatori sociali e di un incentivo economico. Confidiamo che questa scelta possa contribuire a ridimensionare i numeri della crisi e portare a una gestione meno conflittuale della vertenza favorendo concrete possibilit di rilancio Plauso anche da parte di Renato Soru, eurodeputato e segretario sardo del Pd: l sull incentivato, ma la vertenza non ancora conclusa e soluzione potrebbe passare per la continuit territoriale.

Ora la parola passa ai lavoratori: avranno 24 ore di tempo per decidere se lasciare o meno la compagnia, in cambio potranno usufruire del massimo degli ammortizzatori sociali secondo le regole pre Fornero: potranno contare su un periodo dai 4 ai 6 anni di mobilit a seconda dell del lavoratore, con una retribuzione pari all dello stipendio.

I volontari potranno inoltre usufruire di un bonus di 15.000 euro, offerto dalla compagnia, a fronte della rinuncia ai termini del preavviso, e potranno godere, assieme ai familiari, di biglietti gratuiti.

Meridiana stima che gli interessati possano essere circa 400, mentre per i sindacati sarebbero un centinaio. Dal 29 dicembre si terranno incontri individuali con i dipendenti che avranno inviato il modulo di dichiarazione di non opposizione, in questo modo le procedure della conciliazione saranno formalizzate presso gli aeroporti di Olbia e di Milano Malpensa.
ugg original accordo per esodi volontari

ugg dakota moccasins 600 people arrested in India for opposing nuclear plant

The world’s largest nuclear park is planned in Jaitapur, in Ratnagiri district on the coast of southern Maharashtra. The park would comprise up to six large nuclear reactors bought from the French nuclear giant Areva. In addition to the inherent hazards of nuclear power, the project threatens the livelihoods of about 10 000 farmers and fishermen and their families.

Today, more than a thousand local people have taken action against the project, voluntarily risking lengthy arrest and further legal consequences. The message is clear they want their land and their fisheries, not paltry compensation offered by the nuclear company. 600 people have already been loaded into police buses and hauled into jails. About 700 more still continue the peaceful protest, risking arrest.

Several prominent figures, including a former Supreme Court judge, Justice P B Sawant, former Magsaysay award winner Admiral Ramdas were intending to join the protests, but are reported to have been arrested on the highway, about 20km from the site.

The Jaitapur project is characterized by shocking neglect from the choice of an earthquake prone and ecologically valuable site, to a timetable that leaves insufficient time to review the risks of the nuclear reactor design, not yet in operation anywhere in the world. Because of these and many other flaws the reactors would entail unacceptable hazards.

The local people are against forced acquisition of their land by the government. They consider their land to be of much more value than a job at NPCIL and some money in lieu of the land. The local people have unanimously rejected the compensation package offered by the government. Satyajit Chavan, an activist protesting in Jaitapur, said: seemed more like a police state, where emergency measures are evoked to apparently maintain law and order. The state seems to act against wishes of its own citizens.

A joint report by Greenpeace and European solar panel manufacturers showed earlier this week that solar power can deliver electricity at a competitive cost by 2015. This is 3 years before the first planned reactor could be in operation in Jaitapur. Wind power and biomass can do that already now. There is no need to import dangerous and destructive nuclear reactors.

(This post is by Karuna Raina, Nuclear and Energy Campaigner, Greenpeace India)

Thanks for your opinion.

Thanks for your opinion. In some areas,people like to wholesale LV handbags. They will find some store doing very cheap or discounted handbags outlet. Certainly, is a good way to earn money.

Welcome to our wholesale Washington Redskins NFL jerseysto select and purchase the Tennessee Titans NFL jerseys.”kingjacky003″ we are suppl.

Welcome to our wholesale Washington Redskins NFL jerseysto select and purchase the Tennessee Titans NFL jerseys.”kingjacky003″ we are supply the various jerseys, such as Tampa Bay Buccaneers NFL jerseys,St. Louis Rams NFL jerseys andPittsburgh Steelers NFL jerseys. The high quality nfl jerseys are great gifts for team fans. Welcome to our shop to buy nfl jerseys latest.

Cheap Ugg boots australia recalling the popular trend in recent years, “kingjacky003″in fact,any season can be very comfortable to wear blac.

Cheap Ugg boots australia recalling the popular trend in recent years, “kingjacky003″in fact,any season can be very comfortable to wear black ugg boots australia. Ugg australia warm in the winter can be very good, ugg boots freeshipping in the summer can also maintain good ventilation and a good sweat. ugg online australia put the same time,
ugg australia milano 600 people arrested in India for opposing nuclear plant
the image gives a lovely sweet.

At first, black ugg is prepared for the surfers, the beach in the cold, in the case of the most classic black ugg short. Winter we took to the streets as long as the circle, you can see every minute of not less than ten pairs of the Cheap ugg boots online, There are many colors for UGG Classic Boots in fact we choose to match, out of play when we may choose a brightly colored Ugg Coquette Slippers Sale style, so winter is no longer boring. Women’s Classic Argyle Knit like a down jacket, wearing a light and warm. UGG Cardy Boots is a rare winter fashion items. Ugg Classic Mini Shoes popular levels, from stars to ordinary girls like it very much. Uggs Sale super luxury comfort and warmth, the clothing and Ugg Women’s Classic Cardy echoes, with from my temperament, Ugg Gissella Shoes everyone is up to people. Classic Cardy UGG Boots Comfort Boots stars from Hollywood’s portrait of their own experiences to loyal fans elected, to today’s public to follow. This behavior is highly contagious, can cause mass to follow. Nowadays, people’s eyes follow the street shooting stars, Follow the stars wear, Ugg Bailey Button Sale everyone is up to people.

Work hours are typically dominated by conservative attire and footwear. An office party is a great opportunity to shoe that you have a great sense of .

Work hours are typically dominated by conservative attire and footwear. An office party is a great opportunity to shoe that you have a great sense of style. Wearing amore classic and understated outfit women air jordan shoeswith shoes that walk on the wild side and jewellery or accessories that display coach madison leather shoulder bagyour unique personality is the perfect balance between being boring and getting fired. Ravel shoes offer fantastic, stylish options for your office party. Ravel shoes are known for their boots (ankle and knee high), strappy heels, court shoes, platform heels, and ballerinas. The brand Mens MBT Chapa Shoesis Work hours are typically dominated by coach bags madison audreyconservative attire and footwear. An office party is a great opportunity to shoe that you have a great sense of style. Wearing amore classic and understated outfit with Mens MBT Karanishoes that walk on the wild side and jewellery or accessories that display your unique personality is the perfect balance between being boring and getting fired. Ravel shoes offer fantastic, stylish options for your office party. Ravel shoes are known for their boots (ankle and knee high), strappy heels, court shoes, platform real jordan shoes saleheels, and ballerinas.
ugg australia milano 600 people arrested in India for opposing nuclear plant

ugg 60 euro identification de mutations des g

All JournalsCh. In retinitis pigmentosa, inheritance could be determined in 54.2% of the cases including dominant autosomic (26.6%), recessive autosomic (22.6%), and X linked cases (5%) while it could not be confirmed in 45.7% of the cases (simplex cases in the majority). For the 6 examined genes, mutations were found in 22 out of 182propositus (12.1%). Analysis of phenotype genotype correlations indicates that in retinitis pigmentosa, RDS is more frequently associated with macular involvement and retinal flecks, RHO with regional disease, and RPE65 with the great severity of the disease with some cases of

Conclusions: Identification of genes may help in diagnosis and in genetic counseling, especially in simplex cases with In this latter condition, molecular diagnosis will be necessary to rationalize future treatments.

Key words : Retinal dystrophy.

Génétique moléculaire des rétinopathies pigmentaires: identification de mutations des gènes CHM, RDS, RHO, RPE65, USH2A et XLRS1

Objectifs: valuer la fréquence de survenue et la transmission héréditaire de différents types de rétinopathie pigmentaire sur un ensemble de sujets suivis au CHU de Montpellier. Caractériser les gènes et les mutations en cause dans ces affections chez ces patients.

Méthodes: Un examen ophtalmologique associé à différents examens complémentaires ont été effectués. Les mutations ont été recherchées sur de l’ADN génomique par amplification en chane d’exons couplée à une analyse de conformation simple brin et/ou au séquenage direct.

Résultats: Parmi 315patients suivis sur une période de 8ans, des sujets atteints de rétinite pigmentaire (63,2%), syndrome de Usher (10,2%), maladie de Stargardt (5,4%), chorodérémie (3,2%), amaurose congénitale de Leber (3,2%),
ugg australia made identification de mutations des g
héméralopie essentielle (2,9%), dystrophie des cnes (2,5%), atrophie optique dominante (1,9%), rétinoschisis juvénile lié à l’X (1,6%), maladie de Best (1,6%) et autres (4,3%) ont été diagnostiqués. Dans 54,2% des cas de rétinite pigmentaire la transmission héréditaire, se répartissant en autosomique dominante (26,6%), autosomique récessive (22,6%) et liée à l’X (5%), a pu tre affirmée contre 45,7% chez lesquels elle ne pouvait pas tre déterminée (cas sporadiques en majorité). Pour l’ensemble des 6gènes testés, des mutations ont été trouvées chez 22probants sur 182, soit 12,1% d’entre eux. Des corrélations phénotype génotype ont été dégagées, notamment pour les gènes responsables de rétinite pigmentaire tels que RDS (atteinte maculaire fréquente avec dépts rétiniens), RHO (fréquence des formes localisées et sectorielles) et RPE65 (sévérité de la malvision pouvant aller jusqu’à l’amaurose congénitale de Leber).

Conclusions: L’identification des gènes en cause est une aide au diagnostic et surtout au conseil génétique, en particulier dans les cas sporadiques de Dans cette dernière affection,
ugg australia made identification de mutations des g
elle sera indispensable à la mise en place d’un traitement adapté.

ugg gloves sale former Barca boy Jordi Mboula ready for Monaco encore

EXCLUSIVEJordi Mboula looked around and saw nothing but space.

So he set off running. Nine seconds and some 70 metres later, the ball rolled into the back of the St Polten net.

It was quite the start, the 18 year old from Barcelonainstantly living up to his billing as the furture gem pinched from under their noses at the Camp Nou.

“I think I play to have fun and maybe that makes me score goals like this,” AS Monaco’s new crown prince toldGoal.

After all, it wasn’t the first time he’d earned a standing ovation. Six months ago, the teenager sent another video viral, slaloming his way through a couple of Dortmund youth team defenders before emphatically completing his run from the halfway line with a ferocious finish.

“I don’t only want to play well, but also put on a show,” smiles the youngster.

“I just did my job against St Polten. I found myself in a lot of space. I’m very confident with my pace. It was a great goal and thanks to social media it has been seen all over the world. “Monaco offer him an ideal environment to continue his progress,” said Vadim Vasilyev last month after activating a 3 million release clause.

Mboula agrees. “I came here because it’s a club that relies on young players and is getting the most of each of them, as we have seen,” he says.

“It was simply the sporting project offered here that captivated me and also the coach, Leonardo Jardim, who I have heard very good things about and he can get the most out of youngsters.”

Monaco had the youngest squad in the latter stages of last season’s UEFA Champions League, galloping to the semi finals with an average age of just 25.28, while for a time in their Round of 16 clash with Manchester City the starting XI’s average age wasjust 22.

And Mboula, who shunned the opportunity to line up alongside Lionel Messi at the Camp Nou and rejected the advances of some European giants, is ready to go to the next level with the reigning Ligue 1 champions.
ugg mens former Barca boy Jordi Mboula ready for Monaco encore

ugg milano Il segreto per una salute di ferro

Qual il segreto per avere una salute di ferro? Avere un partner felice. E’ quanto rileva un recente studio condotto dal dottor Bill Chopik dell’Universit del Michigan. Chopik, come riferisce il ‘Daily Mail’, ha monitorato il livello di salute e di felicit di quasi duemila coppie nel corso di sei anni. Agli intervistati, uomini e donne di oltre 50 anni, stato chiesto quanto fossero soddisfatti delle loro vite e se fossero affetti da qualche malattia. Dallo studio infine emerso che la felicit del partner in grado di influenzare la salute dell’altro.

Con un marito o una moglie allegri il coniuge tende ad essere in salute, al contrario, se il partner infelice le condizioni di salute dell’altro risultano peggiori. Da cosa dipende? Secondo l’esperto, le persone felici tendono maggiormente ad occuparsi della propria met e a spingerla a prendersi cura di se stessa. Inoltre, i pi ottimisti, adottano uno stile di vita sano che influenza in maniera positiva il partner tenendolo lontano da sostanze, in primis il fumo, che risultano compromettenti per la sua salute.
ugg originali prezzo Il segreto per una salute di ferro

ugg austrailia Greenpeace International

It been something of a week for reading reports here at Nuclear Reaction. It might sound a dry and dull job but you don have to dig very far to find some very interesting items indeed.

On Monday it was the International Energy Agency Energy Technology Perspectives with its bad news for the nuclear Yesterday it was the EUROTOM Supply Agency and its figures that show that nuclear power isn bringing and can bring energy security to Europe.

Today it a report released this week by the US Government Accountability Office (GAO) which demonstrates the bias and favouritism shown to the nuclear industry by government and politicians. The GAO has been looking at the US Department of Energy (DOE) loan guarantee program (LGP).

Billions of dollars worth of guarantees are involved so, as you can probably imagine, the application process for a loan guarantee is a long, complex and expensive one. This is where we see the bias and favouritism for the nuclear industry. The GAO found:

DOE treats applicants with nuclear projects differently from applicants proposing projects that employ other types of technologies. III). In order for applicants whose applications were rejected to receive further consideration, they must reapply and again pay application fees, which range from $75,000 to $800,
www.ugg Greenpeace International
000. DOE also provided applicants with nuclear generation projects information on how their projects ranked in comparison with others before they submitted part II of the application and 75 percent of the application fees. DOE did not provide rankings to applicants with any other types of projects.

Basically, if a nuclear project fails to win a loan guarantee it can stay in the queue for consideration in case more guarantees become available. If a renewable energy or energy efficiency project fails in its application it must drop out and make another expensive attempt. Why is this?

It at this point you have to ask why nuclear power even needs loan guarantees. It had 60 years in which to perfect its financial and economic model. So why has it failed so badly? Largely because the first reactors were built as part of nuclear weapons projects and so were funded by secret government budgets. Finding itself addicted to public money the nuclear industry has been unable to kick the habit ever since.

If the DOE gets its way, US loan guarantees between 2008 and 2011 for nuclear will be triple those for renewables and energy efficiency (see page 4 of the GAO report). Yet the nuclear is struggling to get off the ground while renewables are positively thriving. You do the math.

Very timely article. How very rarely do we see in the media the historic and also current connection between public money, nuclear power, and nuclea.

Very timely article. How very rarely do we see in the media the historic and also current connection between public money, nuclear power, and nuclear weapons.

We also rarely see news about the production of medical isotopes from cyclotrons non nuclear methods.
www.ugg Greenpeace International

ugg knightsbridge boots ieri i deputati si sono salvati il vitalizio d

Audace colpo dei soliti noti: i parlamentari salvano le loro pensioni (d’oro). Ieri alla Camera bloccata una norma che metteva in discussione gli onorevoli vitalizi. La questione è semplice: perché i cittadini devono versare contributi per 35 anni per avere una misera pensione e invece i parlamentari dopo 5 anni di “lavoro” (si fa per dire) incassano assegni da nababbi? La semplice domanda non è stata riproposta nell’aula di Montecitorio perché la presidenza l’ha vietato. Abolire i vitalizi? Non scherziamo. Non se ne può nemmeno parlare.

A presentare la mozione (che sarebbe stata immediatamente esecutiva) l’onorevole Idv Antonio Borghesi, lo stesso che ci aveva già provato nel settembre 2010. I lettori di Sanguisughe ricorderanno come finì allora: la mozione fu bocciata, praticamente all’unanimità, in 4 minuti e 49 secondi (poi dicono che il Parlamento è lento). Ieri la Camera ha fatto ancora prima: la mozione non è stata nemmeno messa in discussione. E’ stata dichiarata “non ammissibile”, cioè rigettata sul nascere in base a norme assai fumose e in parte modificate per l’occasione. Praticamente un colpo di mano che perpetua lo scandalo. Evviva: i vitalizi dei parlamentari sono salvi. Cari italiani, vi tocca continuare a pagarli. E’ stato calcolato che in 5 anni da onorevole un parlamentare versa circa 60mila euro di contributi. Da pensionato ne incassa in media 440mila (se maschio) e 550 mila (se femmina). Significa che ogni pensione da parlamentare costa alla collettività dai 380mila ai 490mila euro. E poi mettono il ticket sulla sanitàQuello di Fini ieri è stato davvero un immenso autogol. Se poteva sperare di raccogliere un minimo di consenso tra chi come me era profondamente deluso dalla Lega e dal berlusconismo, oggi può solo ritenersi un animale in via di estinzione. Durerà solo quanto questa maggioranza. Alle prossime elezioni lui, bocchino e tutta fli saranno praticamente estinti. Non è ammissibile e neanche eticamente pensabile ritenere e legiferare in maniera retroattiva per tutti gli altri italiani e considera la Casta una entità intoccabile una vera barbarie non riuscire neanche ad avvicinare un minimo di giustizia sociale a queste sanguisughe. Proprio lui che vive di politica da sempre e che saremo sicuramente costretti a trovarlo sui giornali di gossip a prendere il sole sul ponte del suo motoscafo SCHIFO senza limiti. Presidente Fini SI VERGOGNI

Conferenza Stato città ed autonomie locali 2 febbraio 2011:

disposizioni legislative che si sono affastellate, giustificate dall di ridurre i costi della politica, hanno colpito sensibilmente la dignità degli amministratori locali e messo in discussione anche la loro funzione di rappresentanza istituzionale.

fa comunque presente che a decorrere dal gennaio 2012 dovrà procedersi all ISTAT degli emolumenti

Le nuove indennità previste:Rimango Perlplesso. Non una voce si è alzata dalla CASTA per ridursi uno dei tanti benefici che hanno. Continuano a chiederci sacrifici. come possiamo fare per cambiare le cose?

4 righe tratte dalla nostra COSTITUZIONE che dovrebbero far riflettere la CASTA (sempre che sappiano che esiste una costituzione!):

1)Il lavoro non è solo un rapporto economico, ma anche un valore sociale che nobilita l Non è solo un diritto, bensì anche un dovere che eleva il singolo. Non serve ad identificare una classe

2)tutti i cittadini, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni sociali e personali, sono uguali davanti alla legge (uguaglianza formale, comma 1)

3)la scuola è aperta a tutti; quella statale è gratuita; libera e senza oneri per lo Stato quella privata

4)la preponderanza di organi elettivi e rappresentativi; il principio di maggioranza ma con tutela delle minoranze (anche politiche); processi decisionali (politici e giudiziari) trasparenti e aperti a tutti; ma soprattutto il principio di sovranità popolare.

ma questi vivono in un galassia!!! sono distanti anni luce da noi schiavi non si rendono conto di quanto sia difficile sopravvivere per noi comuni mortali, almeno ci portassero rispetto! sarebbe ora di cominciare a lavorare seriamente altro che ferie!! fannulloni assenteisti, non sanno far altro che litigare come delle comare e in definitiva sono inconcludenti

ma possibile che questi tutti i giorni siano in tv e sui giornali? non date spazio alle loro dichiarazioni

e voi, sanguisughe, almeno fateci un favore risparmiateci le vostre cazzate grazie

Incommentabile! E proprio vero che al peggio non c mai fine. Fra inchieste, mazzette e ladrocini sguazzano nella melma come loro habitat naturale. Brava Susy. Per deliberare norme a loro consumo ci mettono meno di 48 ore ma se si tratta dei loro privilegi fanno quadrato e diventano intoccabili. Chi ha scritto i principi dell Se c volonta in 24 ore si modificano i principi dell e nelle altre 24 ore si sradicano i vitalizi in essere per ricalcolarli come per gli altri comuni mortali e cioè con il metodo contributivo. Sono insaziabili e devastano il futuro delle nuove generazioni caricandole dell fardello costituito da tutti questi costi assolutamente inutili, che non fanno altro che erodere i servizi pubblici e la nostra qualità di vita. Oggi la stessa operazione è stata ripetuta da Schifani. Un vero SCHIFO. Credono che se tutti ribadiscono la stessa zozzeria forse può sembrare meno zozza. Siete uno SCHIFO.

Non avevamo dubbi non poteva essere altrimenti! Tagli? Si, sulle saponette gli arredi, la cancelleria etc un pò di fumo negli occhi di noi poveri peones per poi tra un pò (mesi? Anni?) accorgersi che i tagli erano stati troppi e via ad affidare spese ed appalti ai soliti noti. Supponiamo (suvvia con un pò di immaginazione ) che il loro stipendio sia guadagnato va bene lom stipendio. Ma la norma che gli garantisce la pensione (e che pensione) dopo pochi anni di mentre a noi tocca lavorare 40 anni bè quella proprio non ha uguale in tutto il mondo. Complimenti anche il naso rosso PAGLIACCI!
ciabatte ugg ieri i deputati si sono salvati il vitalizio d

Se per andare in pensione con il massimo ci vogliono 40 anni di contributi ed io li ho versati tutti, pretendo l pensionistico il mese successivo.

Se lo stato mi costringe a restare al lavoro mi deve pagare lo stipendio e versare l pensionistico maturato con i miei 40 anni di contributi versati.

Se questo non avviene, lo stato mi sta trattanendo arbitrariamente di 12 mensilità + la tredicesima + la mensilità del mese aggiunto nel 2011.