ugg ugg ugg Situazione turistica 2013

Sono Sergio Mezzetti e vorrei esprimere la mia opinione sulla situazione turisticaattuale.

Se paragoniamo l’Isola del Giglio ad una squadra di calcio, dobbiamo prendere atto che, come si dice nel gergo sportivo, è finito un ciclo e quindi dobbiamo ripartire da zero.

In questo momento economico così difficile, ripartire, vuol dire dare più servizi ad un costo inferiore di quello attuale. Bisogna capire che i turisti che frequentano il Giglio o che lo dovrebbero frequentare,
leather ugg boots Situazione turistica 2013
non sono più disposti a pagare cifre che fino a qualche anno fa erano la “normalità”.

La stagione turistica, purtroppo, ogni anno diventa sempre più breve e questo ci porta a fare delle considerazioni:

1. non è pensabile di lavorare soltanto 70/80 giorni l’anno.

2. I sacrifici dobbiamo farli tutti in uguale misura indipendentemente dalla categoria d’appartenenza.

3. Essere corretti, leali e solidali fra gli operatori turistici quelli regolari sarebbe già un passo avanti.

Sarebbero tante altre le questioni da mettere sul tavolo, ma purtroppo quello che manca è il tavolo.

Premetto che non conosco l turistica proposta questo anno dagli operatori del Giglio ma ritengo interessante portare un contributo.

L scorso ho trascorso una settimana in un greca (che non niente da invidiare al Giglio anzi!!
leather ugg boots Situazione turistica 2013
!) ed ho speso diciamo 100 .

Ieri mi è arrivata una mail del proprietario della struttura che mi ha ospitato il cui contenuto era di questo tono i soliti 100 dello scorso anno le offriamo il passaggio taxi da e per l e ed un auto media per una settimana

ugg of australia SUL GRAN SASSO

LE NEWSL 20 Novembre 2010Altre foto del sismaMassimiliano Giusti perse la vita precipitando in un burrone nella Valle dell’Inferno, Paolo Scimia, si salvò raggiungendo il rifugio Garibaldi dove fu recuperato dalla Forestale.

Scimia era accusato di omicidio colposo per aver abbandonato l’amico al suo destino, rinunciando ad aiutarlo.

Il tragico episodio avvenuto quattro anni fa sul Gran Sasso, Scimia e Giusti vengono sorpresi da una violenta bufera di neve, il primo riesce a salvarsi, il secondo, purtroppo no.

Da qui l’inchiesta e la relativa imputazione per Scimia di omicidio colposo, in quanto, secondo la pubblica accusa, l’imputato avrebbe avuto un comportamento incauto, anche nei confronti dell’amico in gravi difficoltà.

Secondo la difesa, che tra i suoi test ha portato in tribunale a L’Aquila, anche gli stessi soccorritori ed i volontari del Cnsas intervenuti quel maledetto giorno, l’unica colpa di Scimia é quella di essersi salvato, perchè in condizioni come quelle, che sia ancora in vita é solo un miracolo

Ieri dopo una lunga camera di consiglio è stato assolto con formula dubitativa dall’accusa.

Alla lettura del dispositivo da parte del Giudice Giuseppe Grieco, Paolo Scimia é scoppiato in lacrime dopo 4 anni di tensione e dolore, mentre il Pm Stefano Gallo e gli avvocati di Parte Civile non escludono di ricorrere in Appello.

Le motivazioni, si conosceranno tra 90 giorni e chiariranno perché non è stata accolta la richiesta di condanna.
ugg napoli SUL GRAN SASSO

ugg punti vendita sta tornando dalla Turchia

Rosa Di Domenico, scomparsa da Sant lo scorso maggio, sta tornando a casa dalla famiglia.

La notizia stata rilanciata attraverso la pagina Facebook di Chi l visto, la trasmissione che si occupata della scomparsa della 15enne sin dai primi momenti. L lo ha dato la stessa Rosa Di Domenico alla madre, dopo una lunga telefonata.

A confermare il ritorno a casa di Rosa Di Domenico anche l italiana in Turchia, che si messa in contatto con i carabinieri per avere conferma sull della quindicenne campana. Rosa stata imbarcata su un volo diretto a Napoli con atterraggio previsto alle 15.

LEGGI ANCHE > Rosa,
ugg type boots sta tornando dalla Turchia
scomparsa a 15 anni, indaga l “Rapita da un pakistano e portata in Medio Oriente”

Rosa era scomparsa da maggio e da subito si puntato il dito contro Al Qasib, un ragazzo pakistano che vive a Brescia accusato di averla ricattata e costretta a raggiungerlo per poi rapirla. Sembra che Rosa infatti avesse inviato delle foto hot al giovane, il quale la teneva sotto ricatto minacciandola di divulgarle qualora non avesse fatto quello che li chiedeva.

Si trattava solo di ipotesi, smentite dalla stessa Rosa in un video, andato in onda qualche settimana fa proprio al programma Chi l visto. La 15enne diceva di stare bene e che Al non le faceva mancare nulla,
ugg type boots sta tornando dalla Turchia
ribadiva il suo allontanamento volontario e chiedeva a tutti di non temere per lei. Ma il messaggio aveva insospettito ancora di pi i familiari e fatto credere loro che in realt Rosa non diceva la verit la notizia del suo rientro a casa sicuramente motivo di gioia per la famiglia. Per ora non si hanno notizie su cosa possa averla spinta ad allontanarsi e si cosa abbia fatto nel corso di questi mesi.

ugg cayha Tavola Rotonda

Avevo a cena una personcina “importante” che si è portata dietro un gastronauta. Insomma una cena di quelle che fanno levare le scarpe e le calze alle donne, come dice Paolo Conte.

Difficile decidere il menù e come presentarlo.

C’è sempre il rischio di fare l’effetto “insalata sovietica” cioè voler apparire ganzi verso chi lo è più di te ed è portato a commiserare i tuoi tentativi di voler sembrare quello che non sei.

Lo so che ho fatto casino e che non ci si capisce nulla, ma lo so io.

Quindi non servizio impiattato, tanto quelli li lo fanno meglio di me, l’impiattamento.

Niente piatti ricercati, finto ricchi, ma solo materie prime semplici ma ineccepibili come freschezza.

Niente abbinamenti “sfiziosi” che già l’aggettivo mi fa venire l’orticaria.

Frittura di fiori (acacia, borraggine, tarassaco, foglie di salvia ecc.) che fatta per ultima e mangiata per prima è ancora calda e croccante.

Poi un po’ di panzanella, che ora la verdura è bella croccanbte, ma fatta alla moda laziale, con il pane toscano raffermo e strusciato con il pomodoro prima di essere tagliato a dadini piccoli piccoli.

(alla maniera toscana invece il pane si mette a fette nell’acqua poi si strizza con il canovaccio)

Sembrano menate, ma sono drammi, quando non si ha niente di meglio da fare.

Insomma poi un po’ di acciughe accoppiate e sfumate nell’aceto, ed anche la cosa di cui vi volevo parlare.

Avevo trovato in pescheria un tombarello bello fresco.

E’ un pesce della famiglia dei tonni, ma non lo sa. E’ un corno, diciamolo.

Ha una quantità di sangue da pubblicità dell’Avis.

E delle carni scure, quasi nere.

Una metà l’ho fatto al vapore, tipo tonno, con insalata di aranci ed un’erba aromatica ma non mi ricordo più cosa.

Le uova le avevo tenute un giorno sotto sale poi ci ho fatto una specie di bottarga con ceci.

Ma i due filetti son venuti proprio buoni perché li ho tenuti un giorno sotto sale, anche loro, previo passaggio nel pepe macinato, e poi li ho affettati fini, a carpaccio e conditi solo con olio.

Incredibile a dirsi, ma questo quasi carpaccio di quasi tonno è stata la cosa più buona della cena.

Della serie che al pesce meno gli si fa meglio è.

E poi il tombarello costa anche poco. Con 5 . al chilo viene via.

E con uno ci abbiamo mangiato tre portate in 5 persone.

Perà è difficile, avere a cena gente che ti mette in soggezione, porcaccia la miseria.

E allora devi tagliare per la tangente della semplicità , secondo me.

Fare il complicato con i semplici e il semplice con i sapienti.

Io ce l’ho con te per due motivi, Enzo.

Primo: è una vita che non ci si vede, ma se non mi muovo io verso la costa col fischio che ci incontriamo. Eppure, come si dice dalle nostre parti, tu sei sempre sulle ruote. Ma verso in qua non ci vieni mai?

Secondo: facile, fare il ganzetto con i pesci anche umili stando a tre passi dal bagnasciuga ed avendo la possibilità di trovare pinnipedi morti da due o tre ore. Se la tua personcina importante + il gastronauta ti venivano a trovare a Prato invece che a Venturina forse oltre le scarpe e le calze ti toccava levarti anche le mutande. E fargli la solita bisteccona, che poi in fondo in fondo un gran malaccio non è. però la prossima volta che passo di là ci si va insieme a vedere se si trova un altro tombarello, eh?
ugg hats Tavola Rotonda

ugg bailey stivali UGG prezzo

Vi piacciono gli stivali UGG? Queste calzature come accade con le Hogan Interactive o le ballerine stampa Geo di 1 Classe Alviero Martini sono amatissime da molte donne e odiatissime da altre, sono scarpe comode e un po’ tozze ma che sono di gran moda, sono uno dei capi must have della stagione fredda. Ogni anno il fashion brand UGG Australia ci propone delle collezioni ricche di calzature e di accessori che spaziano dalle ballerine ai guanti, ma l’oggetto del desiderio sono sempre gli stivali in montone con l’interno in pelliccia caldissimi e comodi, perfetti per affrontare con stile le rigide temperature invernali!

Gli stivali UGG hanno da poco compiuto i loro primi 35 anni, un traguardo non da poco festeggiato nell’anno della crisi per eccellenza, secondo l’inglese The Guardian le vendite sono calate del 31%, complice un po’ la crisi generale, i prezzi troppo alti e le imitazioni. Gli UGG sono stivali palesemente bruttini, senza tacco e quasi senza forma, ci fanno i “piedi a papera” e rendono il nostro look tozzo, stanno malissimo quasi a tutte, solo chi ha le gambe lunghe e sottili come Gisele Bndchen forse si salva! Io credo che sono tanto amati dalle donne perché sono una calzatura comoda e senza tacco, che non mette a rischio arti e le caviglie, e che ci fa stare al calduccio nulla di trendy e alla moda può vantare gli stessi requisiti!

Eppure questi stivali sono amatissimi dalle donne comuni e anche dalle celebrities, tra le estimatrici più fedeli ci sono Jennifer Aniston e Sienna Miller, ma anche Sarah Jessica Parker e Miley Cyrus, sono considerate “l’antiuomo” per eccellenza, hanno pure spodestato le ballerine, ma tant’è che in giro per strada 3 donne su 4 li portano e ne sono felici!

I prezzi sono abbastanza alti, i modelli basic sono sempre sopra i 150,00 euro, diciamo che il prezzo di partenza è di 200,00 euro, ma basta pochissimo per far lievitare il prezzo due fiocchetti, un bottoncino, una tonalità più frou frou e si vola a 300,00 euro. Se volete acquistarli ad un prezzo concorrenziale vi consiglio di prenderli online, potete cercarli su Amazon oppure su Zalando.
ugg lynnea stivali UGG prezzo

ugg australia online shop solo con un paio di scarpe addosso

(PubliWeb) Abbey Clancy è una modella inglese, nata il 10 gennaio del 1986 a Liverpool. Abitualmente indossa e mostra biancheria intima per lavoro, ma ha fatto anche la presentatrice televisiva e sa muoversi persino nel mondo della musica. E’ anche arrivata a classificarsi come la decima donna più sexy del pianeta secondo le statistiche ormai celebri della rivista FHM. In realtà, però, è nota ai più solo in quanto wag, moglie di un calciatore famoso, ossia Peter Crouch, attaccante dello Stoke City.

Ma adesso lady Crouch ha deciso di dare una svolta alla sua notorietà, determinandosi a fare notizia solo per le sue doti personali, senza più appoggiarsi al nome o alla fama di qualcun altro. Si è così messa a suo agio, completamente nuda, per la rivista “Huger Magazine” ed è rimasta così,
ugg italia negozi solo con un paio di scarpe addosso
con indosso solo un paio di scarpe, in attesa di incassare consensi e celebrità. Il suo è un nudo artistico, si intende, in cui non mette in mostra nient’altro se non l’arte di un fotografo, ma se non fosse suo quel lussurioso corpo ripiegato su se stesso al centro dell’immagine, certo l’arte ne uscirebbe fortemente sminuita. Ma, arte a parte, il nudo di Abbey, volente o nolente, è sempre piccante. In effetti, nonostante Abbey sia abituata agli spogliarelli, su Twitter o in passerella,
ugg italia negozi solo con un paio di scarpe addosso
ogni volta riesce a creare uno spettacolo diverso ed entusiasmante. Sarà forse per quel suo esuberante carattere che la spinge alla trasgressione e la fa sentire così vicina ai desideri di tanti suoi giovani fans cha accanto alle forme delle modelle vogliono vedere anche la loro fantasia.

outlet stivali ugg Sul viso dei divi torna il vezzo del moustache

Non la prima volta che Brad Pitt decide di darci un taglio con il pizzetto e lasciare solo la parte superiore del goatee, diventano l pi celebre di una lista sempre pi lunga di baffi famosi. Lo aveva gi fatto qualche anno fa, mostrando orgoglioso i suoi moustaches sulla copertina del Stones e ora tornato al trend pi cool del momento in termini di look maschili. Per la promozione del suo ultimo film Fury, sugli schermi italiani per i primi giorni del 2015 i suoi baffi famosi, infatti, sono tornati per donare a Brad un tocco ancora pi virile. Marziale, si potrebbe dire viste le tematiche della sua ultima fatica, nei cinema americani da qualche giorno.

Brad Pitt non comunque l star di Hollywood ad aver scelto il vezzo dei mustacchi, negli ultimi tempi, infatti, c stato un vero e proprio rinascere (ricrescere?) di baffi famosi. Qualche esempio? Ryan Gosling non ha mai fatto mistero di avere un debole per il moustache look, anche se il divo canadese preferisce tenere il piede in due scarpe esibendo una barbetta appena accennata, pi folta e definita sopra il labbro superiore. Anche James Franco un estimatore dei baffi anzi l americano forse il pi accanito purista del genere: qualche settimana fa, in occasione del Festival del Cinema di Venezia, si presentato sulla laguna con un look anni Settanta, di quelli indimenticabili: completamente rasato, occhiali da sole e baffoni in evidenza.
ugg italia negozi Sul viso dei divi torna il vezzo del moustache

comprare ugg online Stili di vita sani e corretti

Si tratta di malattie croniche che hanno in comune alcuni fattori di rischio (fumo, abuso di alcol, scorretta alimentazione, sovrappeso e obesità, sedentarietà) legati, in gran parte, a comportamenti individuali modificabili, che risentono del contesto economico, sociale e ambientale in cui vive e lavora la comunità.

Sabato 23 maggio, in occasione della Wellness Week, i Dipartimenti di Sanità Pubblica dell’Azienda USL della Romagna promuovono a Cesena “Guadagnare Salute In Romagna”, un evento pubblico dedicato al progetto dell’Ausl “GINS Gruppi IN Salute” che, nell’ambito del Programma del Ministero della Salute “Guadagnare salute”, si propone di aiutare i cittadini a fare scelte di salute e contrastare lo sviluppo delle malattie cronico degenerative, attraverso iniziative di socializzazione che prevedono la formazione di cittadini promotori sia della salute a tavola che dell’attività fisica.

L’iniziativa prenderà il via alle ore 9 nella Sala Convegni dell’ospedale Bufalini di Cesena. Si parlerà dei corsi di formazione gratuiti realizzati per “formare” cittadini promotori della salute a tavola e dell’attività fisica, delle iniziative di socializzazione messe in campo, delle abitudini alimentari dei romagnoli e della possibilità per chi mangia fuori casa di consumare un pasto di qualità, gustoso e bilanciato dal punto di vista nutrizionale. L’invito per i cittadini intenzionati a partecipare è di indossare scarpe comode e unirsi alla camminata.

In Romagna le malattie croniche interessano circa un quinto della popolazione nella fascia di età 18 69 anni, una stima che corrisponde a oltre 141mila romagnoli.

Il dato fornito dallo Studio Passi, l’indagine statistica stilata dai Dipartimenti di Sanità Pubblica dell’Azienda USL della Romagna che ha come obiettivo quello di monitorare alcuni aspetti della salute della popolazione di età compresa fra i 18 e i 69 anni è in linea sia con il valore regionale (18,9%) sia con quello nazionale (18%,
ugg treviso Stili di vita sani e corretti
corrispondente a circa 7 milioni di italiani con patologia cronica).

La prevalenza è simile negli uomini e nelle donne (rispettivamente 18,4% e 19%). Sono invece presenti differenze significative per età, con una maggior presenza di patologie croniche nella fascia d’età 50 69 anni sia a livello di Ausl Romagna (30,4%) sia a livello regionale (31,3%). Le patologie croniche indagate dallo studio romagnolo comprendono le malattie respiratorie (bronchite cronica, enfisema, insufficienza respiratoria, asma bronchiale), le malattie cardiovascolari (infarto del miocardio pregresso, ischemia cardiaca, malattie delle coronarie, ictus, ecc), il diabete, i tumori, le malattie epatiche e l’insufficienza renale. Le più diffuse in Romagna, così come nel resto di Italia, sono le malattie respiratorie (7,6%), seguite da quelle cardiovascolari (4,6%) e dai tumori (3,
ugg treviso Stili di vita sani e corretti
9%).

www.ugg.it Temi dell’Attività parlamentare

La globalizzazione dei mercati ha provocato effetti economici complessivi complessi. Il venir meno delle barriere di carattere protezionistico alla libera circolazione delle merci ha alimentato il diffondersi di comportamenti anomali, tra questi figura la dilagante imitazione dei prodotti e dei marchi aziendali di alcuni paesi europei da parte di produttori specialmente dell’area asiatica. Gli effetti negativi di questo fenomeno sono particolarmente preoccupanti per i settori produttivi del cosiddetto “made in Italy “e per i distretti produttivi locali che ne costituiscono l’ossatura portante. 2897). Pi in particolare l’articolo 16 ha introdotto una regolamentazione dell di indicazioni di vendita che presentino il prodotto come interamente realizzato in Italia, quali made in Italy Italia italiano o simili, prevedendo una sanzione penale per l indebito di tali indicazioni di vendita ovvero di segni o figure che inducano la medesima fallace convinzione.Inoltre stata introdotta una sanzione per la condotta del produttore e del licenziatario che maliziosamente omettano di indicare l estera dei prodotti pur utilizzando marchi naturalmente riconducibili a prodotti italiani, modificando la precedente disciplina in materia. Con riferimento alla norma in esame il Ministero dello sviluppo economico ha emanato una circolare esplicativa. 1441 ter). Pi in particolare sono state previste norme che mirano a rafforzare la tutela della propriet industriale e gli strumenti di lotta alla contraffazione, anche sotto il profilo penale (v. ).Tra le pi significative si ricordano:le sanzioni in caso di mendace indicazione di provenienza o di origine;l’estensione della disciplina delle sotto copertura alle indagini per i delitti di contraffazione.Per quanto riguarda la materia della propriet industriale la legge 99/2009 ha introdotto modifiche al relativo Codice (decreto legislativo 30/2005), incidendo su profili sia di natura sostanziale sia processuale.Per quanto riguarda i profili sostanziali le modifiche riguardano, tra l il diritto di priorit per i brevetti di invenzione e per i modelli di utilit e i limiti alla protezione accordata dal diritto d ai disegni e modelli industriali.Con riferimento ai profili processuali si segnala, tra le altre modifiche, l del riferimento all del rito societario per i procedimenti in materia di propriet industriale e di concorrenza sleale e l delle controversie devolute alle sezioni specializzate.Inoltre la legge ha delegato il Governo ad adottare disposizioni correttive o integrative del richiamato Codice, anche con riferimento ai profili processuali. A tale previsione, acquisiti i pareri parlamentari sullo schema di decreto iniziale (atto n. 228), stata data attuazione con il decreto legislativo 131/2010. 33/2010.I settori del Made in ItalyDurante la XVI legislatura sono state emanate alcune leggi che riguardano specifiche produzioni del made in Italy. 2624) sono state introdotte disposizioni in materia di commercializzazione di prodotti tessili, della pelletteria e calzaturieri (anche con riferimento alla riconoscibilit e tutela dei prodotti italiani).In particolare la legge istituisce, in tali settori, un sistema di etichettatura obbligatoria dei prodotti, che evidenzi il luogo di origine di ciascuna fase di lavorazione assicurando cos la tracciabilit dei prodotti stessi.Inoltre si consente l dell’indicazione in Italy esclusivamente per i suindicati prodotti (oltre che per i prodotti conciari e del settore dei divani) le cui fasi di lavorazione, come individuate dallo stesso provvedimento, abbiano avuto luogo prevalentemente nel territorio italiano.Infine, si prevedono sanzioni amministrative pecuniarie e il sequestro e la confisca delle merci nel caso di violazione delle disposizioni del provvedimento, che se reiterata o commessa mediante attivit organizzate soggetta a sanzione penale. 2 dicembre 2010 hanno precisato che la legge 55/2010 non pu considerarsi applicabile sino a quando non saranno adottate le necessarie norme attuative previste dall 2 della legge medesima.Con riferimento all’attuazione della legge 55/2010 e alla proposta in sede di Unione europea del marchio di origine obbligatorio per i prodotti importati da paesi extra UE, la X Commissione della Camera nella seduta del 16 novembre 2010 ha approvato il testo unificato (8 00096) delle risoluzioni 7 00411, 7 00426 e 7 00430.La legge 8/2013 ha, poi, dettato le nuove regole per la definizione,
ugg handbags Temi dell'Attività parlamentare
la lavorazione e la commercializzazione dei prodotti di cuoio, pelle e pelliccia (Commercio dei prodotti di pelle, cuoio e pelliccia), ove si prevede che, per i prodotti ottenuti da lavorazioni in Paesi esteri che comunque utilizzano la dicitura italiana dei termini “cuoio”, “pelle” e “pelliccia”, l’etichetta debba indicare lo Stato di provenienza.La Commissione d’inchiesta sulla contraffazioneNella seduta del 13 luglio 2010 la Camera ha approvato, con limitate modifiche, il testo unificato Doc. XXII, n. 12 16 A, istituendo una Commissione parlamentare monocamerale di inchiesta sui fenomeni della contraffazione e della pirateria in campo commerciale. Nella seduta del 22 gennaio 2013 stata approvata la relazione conclusiva della Commissione, oltre alla relazione sulla pirateria digitale in rete. Durante la propria attivit la Commissione ha approvato altri documenti:Relazione sulla contraffazione nel settore agroalimentare;Relazione sulla contraffazione nel settore del tabacco;Relazione sulla contraffazione nei settori del tessile e della moda.La proposta di regolamento sul Made inUna proposta di regolamento relativa all del paese di origine di alcuni prodotti industriali (come viti, bulloni, utensileria, tubi e rubinetterie, pneumatici, ceramica, tessili) importati da paesi terzi stata presentata dalla Commissione europea il 16 dicembre 2005 (COM(2005)661).La proposta non mai stata discussa dal Consiglio.Il Parlamento europeo in sessione plenaria: in data 11 dicembre 2007, ha adottato una dichiarazione nella quale si ribadiva il diritto dei consumatori europei ad un accesso immediato alle informazioni relative agli acquisti; il 25 novembre 2009 ha votato una il 21 ottobre ha approvato una chiedend che alcuni beni importati da paesi extra UE indichino chiaramente il paese d’origine per aiutare i consumatori a compiere una scelta informata, che vengano erogate sanzioni in caso di violazione delle norme e che si utilizzi l’inglese sulle etichette ovunque nell’Unione.Il 23 ottobre 2012 la Commissione europea, nell il programma di lavoro per il 2013, tenendo conto dell che da anni si registrava in Consiglio, ha indicato tra le proposte legislative pendenti da ritirare quella sul in 17 gennaio 2013 il Parlamento europeo in sessione plenaria ha approvato una ulteriore richiede la presentazione da parte della Commissione europea di una nuova proposta legislativa.Proposte UE su sicurezza dei prodottiIl 13 febbraio 2013 la Commissione europea ha presentato due proposte di regolamento sulla sicurezza dei prodotti.
ugg handbags Temi dell'Attività parlamentare

ugg ebay stop a 174 siti che vendono prodotti falsi

Nuovo intervento dell a tutela dei consumatori che acquistano sul web prodotti contraffatti di marchi famosi, ritenendoli originali. Con sei distinti provvedimenti l ha intimato ad altrettanti operatori commerciali extra europei di sospendere, entro due giorni dalla comunicazione sul Bollettino settimanale dell pubblicato oggi, ogni attività diretta a diffondere i contenuti di oltre 170 siti Internet che vendono articoli di questo genere. In seguito alle segnalazioni presentate da Adoc e Indicam, l ha accertato che su tali siti vengono offerti prodotti di varia natura. L segnala la vendita di occhiali da sole di note marche, spesso pericolosi e con alcune caratteristiche, come la protezione ai raggi UV e la qualità delle lenti, che non risponderebbero alle effettive caratteristiche dei prodotti offerti; discarpe da passeggio e da ginnastica (messe in vendita con i marchi contraffatti di Nike, Timberland, Gucci, Fendi, Michael Kors), destinate anche ai bambini, in numerosi campioni di calzature importate dalla Cina, fra cui scarpe e scarpine anche per bambini, con percentuali allarmanti di cromo esavalente, sostanza altamente cancerogena. E ancora si vendono capi di abbigliamento di famose griffe, contaminati in quanto tinti con sostanze chimiche pericolose che possono alterare anche il sistema ormonale dell prodotti di bigiotteria e orologi di gran moda ( Tiffany, Gucci, Fendi, Michael Kors) spacciati per argento e realizzati in una lega rame/zinco con rivestimento galvanico in nichel, composizione metallica che provoca spesso allergie e bruciature. I consumatori vengono tratti in inganno dalla struttura dei siti, predisposti in modo da apparire rivenditori ufficiali dei marchi e dei prodotti pubblicizzati: non solo i nomi, ma anche le immagini e le foto inserite, a fronte di sconti consistenti rispetto ai prezzi ufficiali, tendono a rendere credibili le offerte. Per l e per la grafica, sottolinea ancora l sul web risultano cloni di quelli originali, senza fornire le informazioni prescritte dalla legge sui diritti degli acquirenti in tema di recesso, di ripensamento e di garanzia. Se entro due giorni dalla pubblicazione dei provvedimenti gli operatori non si adegueranno a quanto richiesto, l garante della Concorrenza e del Mercato provvederà con la collaborazione del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza a oscurare i 174 siti sul territorio italiano.

Ti potrebbero interessare anche:
stivaletto ugg stop a 174 siti che vendono prodotti falsi